Questo sito fa uso di cookies tecnici e/o di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner ne accetti l'utilizzo. Informativa. Acconsenti


Home | Viaggi | Cina e sud est asiatico | Vietnam e Cambogia


Vietnam e Cambogia
(Durata: 17 giorni) Cod. SC28

Vietnam Cambogia

Vietnam e Cambogia

Vietnam e Cambogia

Descrizione

Durata: 17 giorni

Vietnam Cambogia

Dettagli:

1° giorno: Italia/Hanoi

Partenza dall’Italia con volo di linea per Hanoi (via Bangkok o altro scalo orientale). Pasti e pernottamento a bordo.

2° Giorno: Hanoi 

(Cena)

Arrivo e trasferimento in hotel. Mezza giornata dedicata alla visita dei piú classici luoghi della capitale del Viet Nam "Culturale". Passando davanti all'imponente Mausoleo di Ho Chi Minh si entra nel parco di quella che fu la Residenza del Governatore Generale d'Indochina e qui si trova la casa in cui visse il Presidente; non distante sorge la deliziosa "Pagoda a pilastro unico" eretta nel 1049 e di fronte ad essa la Pagoda Dien Huu. Il Van Mieu, il Tempio confuciano della Letteratura, fu la più antica Università asiatica e risale al 1070. Nel cuore della città si trova il Lago della Spada Restituita con l'isolotto del tempio della Montagna di Giada. La giornata si conclude con circa un’ora di sogni con il Water Puppet Show: uno spettacolo unico al mondo dove gli attori sono delle marionette in legno che sullo scenario dell’acqua fanno rivivere antiche storie tradizionali, scene di vita quotidiana e vicende tratte da leggende popolari. Cena in ristorante tipico.

3° Giorno: Hanoi - Baia di Halong 

(pension completa)

Trasferimento da Hanoi a Halong Bay. Dopo una sosta in un centro di esposizione della locale produzione di sete, ceramiche e sculture in pietra si prosegue per la visita della baia di Halong, chiamata da molti l’”Ottava Meraviglia del Mondo” che si effettua con una tradizionale giunca in legno, accuratamente restaurata,  che  si  addentra  tra  la  miriade  di  isole,  isolotti,  faraglioni  e  scogliere  entro  le  quali  si  aprono  grotte  ove  stalattiti  e  stalagmiti  disegnano straordinarie e sorprendenti scenografie. Pranzo e Cena a bordo.

4° Giorno: Halong - Hanoi  Danang/ Hoi An  (colazione,cena)

Mattinata ancora dedicata alla visita delle infinite attrattive della Baia di Halong. Rientro in porto e sbarco. Trasferimento all'aeroporto e volo aereo per Danang e di qui a Hoi An. Brunch a bordo.

5° Giorno: Hoi An/Danang – Hue

(Colazione, cena)

(Mezza giornata dedicata alla visita di Hoi An in Cyclo). Percorrendone le suggestive vie su cui si affacciano decine e decine di botteghe, negozi, boutiques e gallerie d'arte si raggiunge il delizioso Ponte Giapponese per poi visitare un tempio della ricca comunità cinese da cui si prosegue entrando nell'antica casa di un potente mercante dei secoli passati. Si conclude il tour nella fabbrica della seta dove tra mille tentazioni all'acquisto i viaggiatori più raffinati possono anche farsi confezionare eleganti abiti su misura. Visita del prezioso Museo Cham di Danang, costruito nel 1916 dall' Ecole française d' Extrême-Orient e recentemente ampliato e ristrutturato. Nelle sue sale si scoprono i capolavori di statuaria cham che vanno dal VII al XIV secolo. Si prosegue poi per il massiccio roccioso del Ngu Hanh Son, le Cinque Montagne di Marmo o dei "Cinque elementi naturali" e l'Acqua o Thuy son, è la più sacra fra le montagne. Ai suoi piedi, nel villaggio di Dong Hai, centinaia di famiglie si dedicano ancora alla vecchia arte di lavorazione della pietra. Da una breve scalinata in pietra si sale a mezza costa dove, addossata alla parete rocciosa, ai tempi dell’Imperatore Minh Mang venne costruita la Linh Ung Pagoda, uno dei più venerati luoghi di culto della regione. Trasferimento per Hue. Percorrendo la strada che attraversa il Colle delle Nuvole e attraversa le suggestive lagune costiere si raggiunge Hue, che fu capitale dal 1805 al 1945. Pranzo in ristorante tipico

6° Giorno: Hue - Saigon 

(Colazione, cena)

Giornata dedicata alla visita di Hue. Gli imperatori Nguyen fecero edificare la poderosa Cittadella al cui centro si leva la sontuosa Città imperiale con il Padiglione delle Cinque Fenici, il Palazzo della Pace Suprema ed il tempio Dinastico The Mieu: grandiosi edifici disposti in un armonico succedersi secondo i principi sanciti dalla scienza geomantica cinese. La visita prosegue risalendo la valle del Fiume dei Profumi per raggiungere i Mausolei Imperiali di Tu Duc e Khai Dinh. Si visita poi la Pagoda della Dama Celeste, la Thien Mu, situata sulla sponda sinistra del Huong Giang, il Fiume dei Profumi, per finire con una piacevole passeggiata fra i banchi del grande mercato di Dong Ba. Trasferimento in aereporto per il volo di linea per Saigon. Arrivo a Saigon e trafserimento in hotel. Pranzo in ristorante tipico.

7° Giorno: Saigon 

(Colazione, cena)

Mezza giornata di visita di Cu Chi, la famosa cittadella sotterranea dei Vietcong che riuscirono a creare sotto terra una incredibile rete di magazzini, dormitori,  armerie,  cucine,  infermerie  e  posti  comando  collegati  tra  loro  da  250  chilometri  di  cunicoli  e  gallerie  che  resistettero,  inviolati,  a  tutti bombardamenti e gli attacchi portati per anni e anni dalle truppe americane. Nella boscaglia emergono alcune strutture rese accessibili al pubblico e suggestivi manichini di Vietcong in armi montano la guardia nei punti strategici. Durante il tragitto per Saigon è doverosa una sosta tra le ricche risaie in una azienda familiare di "piadine" di farina di riso e nelle preziose piantagioni di alberi della gomma che furono impiantate dai Francesi all'inizio del secolo scorso. Nel pomeriggio, mezza giornata di visita nel cuore di  Saigon che ha inizio con il War Remnants Museum, che potremmo tradurre con “Museo dei ricordi che restano oggi della guerra”. Dopo una doverosa sosta nella piazza dove il periodo coloniale rivive nell’edificio delle Poste disegnato da Gustave Eiffel e nella neogotica cattedrale di Notre-Dame, si visita il piu’ alto luogo sacro del culto taoista la chua Ngoc Hoang, la pagoda dell' Imperatore di Giada, il cui arredo interno, le decorazioni, la statuaria, i simboli dell' autoritá delle divinitá sono di una ricchezza sorprendente, appena velata dalle nuvole di fumo che salgono dalle candele e dagli incensi. Si prosegue poi assaporando lo shopping nella vivace zona commerciale che va dalla via Dong Khoi, la “Rue Catinat” dei coloni francesi, alla piazza del grande mercato Ben Thanh. Pranzo in ristorante tipico

8° Giorno: Saigon - Chau Doc 

(Colazione, pranzo)

Giornata di visita della regione di Cai Be nel delta del Mekong. Si giunge ad un imbarcadero sul Mekong dove ci attendono piccole imbarcazioni locali che penetrano nei rami del fiume e passando tra rive affollate di vita portano fino al luogo in cui si riuniscono le piccole giunche che trasportano a questo importante mercato tutti i frutti, gli ortaggi ed i prodotti artigianali provenienti da ogni zona del Delta. Visita di una simpatica azienda familiare dove con antiche tecniche si produce manualmente il riso soffiato, i dolci, le caramelle di zucchero di palma, le gallette di riso, etc. etc. Durante il trasferimento a Ovest, verso Chau Doc, si incontrano tutti i più caratteristici paesaggi del delta con la popolazione che vive quasi abbracciata a queste dense acque che da millenni sono portatrici di vita. Arrivo a Chau Doc. Pranzo in ristorante tipico.

9° Giorno: Chau Doc - Phnom Penh –

(colazione e pranzo)

Partenza dopo la prima colazione con una barca veloce che imbocca il canale che collega il Bassac al Mekong Inferiore che si risale arrestandosi poi sulla riva per passare il posto di frontiera tra Vietnam e Cambogia. La navigazione prosegue nello stupendo paesaggio fluviale con colture e villaggi che si affollano sulle rive e con la loro diversità rendono evidente il passaggio tra due Paesi, due culture, due modi di vivere diversi. Arrivo a Phnom Penh 5 ore circa dopo la partenza.nel pomeriggio visita alla parte classica della capitale della Cambogia con la visita del Museo Nazionale, prezioso scrigno che racchiude i capolavori della scultura khmer dal V al XIII secolo, e dell’area del Palazzo Reale con la Sala del Trono, in cui ancora oggi il Sovrano concede le sue udienze, e del contiguo complesso della Pagoda d’Argento. Pranzo presso il ristorante tipico. Pernottamento in Hotel

10° giorno: Phnom Penh / Battambang

(Colazione e pranzo)

Partenza da Phnom Penh costeggiando il Tonle Sap fino al villaggio di Kompong Louang dove ancora vivono le antiche tradizioni della lavorazione dell'argento. Si visita poi Oudong che fu capitale della Cambogia dal XVII al XIX secolo. Nulla più resta dell'antica città ma  gli stupa reali si stagliano sulla  collina  intorno  alla  quale  si  sgranano  decine  di  pagode  buddhiste  .  Si  raggiunge  poi  Kompong  Chhnang,  la  "capitale  dei  pescatori"  posta all'imboccatura del Grande lago. Passando dalle botteghe dei ceramisti di Kompong Chhnang a quelle degli scultori in "marmo" di Pursat si attraversa il più classico dei paesaggi cambogiani con immense distese di risaie da cui si levano le slanciate palme da zucchero che fanno ombra a mille case in legno e bambù e centinaia di sgargianti pagode. Al calare della sera ci si immerge nel vivacissimo lungofiume di Battambang. Pranzo presso il ristorante tipico.

Pernottamento in Hotel

11° giorno: Battambang / Siem Reap

(Colazione e pranzo)

Escursione lungo la riva sinistra dello Stung Sangker fino alla collina su cui si eleva il tempio khmer di Phnom Banan, della fine del XII secolo. Tornando poi a Battambang, ci si inoltra in uno stupendo scenario agreste fino a Ek Phnom, suggestivo santuario khmer della prima metà del XI secolo. Rientrando in città si visita il raffinato Vat Pippitharam, fatto costruire agli inizi del secolo scorsodalla famiglia del Vice-re siamese di Battambang. Lasciata Battambang si raggiunge Sisophon da dove si punta ad Est sulla modernissima strada che solca le pianure alternate da massicci calcarei come quello di Preah Netr Preah da cui si trae la preziosa arenaria rosa, abilmente lavorata dagli artigiani locali. Arrivo a Siem Reap nel tardo pomeriggio. Pranzo presso il ristorante tipico. Pernottamento in Hotel

12° giorno: Siem Reap 

(Colazione e pranzo)

Intera giornata dedicata alla visita dei templi di Angkor: la più estesa area archeologica del mondo dove gli archeologi classificarono 276 monumenti di primaria importanza. Il capolavoro indiscusso dell’architettura e dell’arte khmer è comunque Angkor Vat con milleduecento metri quadri di raffinati bassorilievi che offrono la spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa raffinatezza.  Le immagini che hanno creato il “mito” di Angkor si scoprono a Ta Prohm dove giganteschi alberi sorgono fra l’intrico di torri santuario, enormi radici avvolgono le gallerie, arbusti germogliano dai tetti di ogni costruzione ed il visitatore non riesce più a distinguere l’opera dell’uomo dalle creazioni della natura. Visita della cittadella fortificata di Angkor Thom con le sue imponenti mura e le splendide porte monumentali ed al suo centro il Bayon con i suoi bassorilievi di enorme realismo e forza espressiva che fanno corona a 54 torri-santuario. Intorno sorgono il Baphuon, l'antico Palazzo reale con il Phimeanakas, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso. Pranzo presso il ristorante tipico. Pernottamento in Hotel

13° giorno: Siem Reap

(Colazione e pranzo)

Una delle più antiche costruzioni sacre è Prasat Kravan del 921: cinque santuari dedicati al culto di Vishnu, costruiti in mattone. Sempre il mattone venne utilizzato per edificare nel 952 il Mebon, il tempio che sorgeva su un isolotto artificiale al centro del grande bacino del Baray orientale. Nove anni più tardi Rjendravarman fece erigere il Pre Rup, grandioso tempio montagna dai caldi colori ocra. L'uso dell'arenaria trionfa nel possente Ta Keo mentre i temi della classicità trovano prima espressione nel delizioso Thommanon. Dal perfetto rettangolo del bacino del "Bagno reale", Srah Srang, inizia il percorso fra i santuari del XII secolo: il monastero di Banteay Kdei, la "Cittadella delle Celle"; il mistico e silenzioso Ta Som; l'enigmatico e sorprendente Neak Pean ed il grandioso santuario buddhista di Prah Khan, il tempio della “Sacra Spada”.  Pranzo presso il ristorante tipico. Pernottamento in Hotel

14° giorno: Siem Reap 

(Colazione e pranzo)

Hariharalaya, o "Roluos", fu il sito della prima capitale fondata da Jayavarman II nel IX secolo. Alcune dei suoi monumenti, dopo accurati restauri, sono in perfetto stato di conservazione: il Prah Ko del 879 fu il primo tempio dinastico costruito in mattone ed arenaria mentre il Bakong è il primo, grandioso e raffinato tempio montagna realizzato dal genio khmer, modello strutturale per tutta la successiva architettura imperiale. Anche se in uno stato di relativo degrado, grande è la suggestione creata dal Lolei, costruito nel 893. Si percorre la strada che conduce fino alle rive del Grande lago, dove sono ormeggiate decine e decine di barche che ospitano le case galleggianti del villaggio dei pescatori che qui hanno le loro abitazioni, le scuole, la chiesa, i negozi, gli uffici pubblici, gli allevamenti di pesce, tutti costruiti su barconi e piattaforme galleggianti che si alzano e abbassano seguendo il regolare ritmo delle piene del lago. Pranzo presso il ristorante tipico. Pernottamento in Hote.

15° giorno: Siem Reap / Phnom Penh

(Colazione e pranzo)

Percorrendo l'antica "Via reale" ci si arresta al poderoso ponte a diga di Kompong Kdei, fatto costruire da Jayavarman VII nel XII secolo e si attraversa la rigogliosa pianura disseminata di villaggi con le case in legno, bambù e foglie di palma. Visita  del sito archeologico di Sambor Prei Kuk, l’antica Isanapura capitale del regno di Cenla nel VII secolo. E’ una vasta area archeologica immersa nella boscaglia ed ancora poco frequentata dai turisti. Dell'antica città restano decine e decine di prasat in mattone intorno ai quali la natura ha avvolto il suo manto protettivo. Di classica bellezza è il grande complesso di Yeay Poan, nel cosiddetto Gruppo Sud mentre incredibile è la suggestione che si promana dal solitario Prasat Chrey e dall'enigmatico Asram Moha Rsi. Lasciata Kompong Thom   si attraversa la ricca campagna solcata dai fiumi immissari del Grande lago e poi si prosegue con una deviazione su una stradina che conduce, tra folta vegetazione e case in legno, al santuario di Kuk Nokor, tempio khmer del XI secolo in perfetto stato di conservazione. Dopo una doverosa sosta a Skun, la cittadina capitale dei "ragni fritti" si raggiunge Phnom Penh nel tardo pomeriggio. Pranzo presso il ristorante tipico. Pernottamento in Hotel

16° giorno: Phnom Penh

(Colazione)

Mezza giornata di visita Phonm Penh "Colonial" con la visita del memoriale di Tuol Sleng, un liceo che fu sede della polizia politica sotto il regime di Pol Pot, della sacra collina del Vat Phnom e del Vat Ounalom, la pagoda in cui vive il gran Venerabile dei monaci buddhisti, senza mancare, ovviamente, una “doverosa” visita al celebre mercato Russo.

Trasferimento all' aereoporto.

17° giorno: Italia

Arrivo in Italia previsto nelle prime ore del mattino

Vietnam e Cambogia - (Durata: 17 giorni) Cod. SC28


+ richiedi informazioni

newsletter

La tua mail

Il tuo nome

Tipologia di utente