Questo sito fa uso di cookies tecnici e/o di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner ne accetti l'utilizzo. Informativa. Acconsenti


Home | Viaggi | Asia centrale e subcontinente indiano | Uzbekistan & Turkmenistan


Uzbekistan & Turkmenistan
(Durata: 11 giorni) Cod. AC106

UZBEKISTAN - TURKMENISTAN

Uzbekistan & Turkmenistan

Uzbekistan & Turkmenistan

Descrizione

Durata: 11 giorni

UZBEKISTAN - TURKMENISTAN

Dettagli:

UZBEKISTAN - TURKMENISTAN

Programma Di Viaggio 11 Giorni – Cod. AC 106

Uzbekistan - Turkmenistan
Uzbekistan & Turkmenistan

1°giorno: Italia/Istanbul/Tashkent
Partenza dall’Italia con volo di linea per Istanbul e coincidenza con il medesimo vettore aereo per Tashkent con arrivo previsto in nottata. Trasferimento in’hotel e sistemazione in camera riservata.

2°giorno: Tashkent/Samarcanda
In mattinata visita di Tashkent capitale dell’Uzbekistan radicalmente trasformata dopo la devastazione tellurica del 1966, Tashkent è la più moderna, la più cosmopolita nonchè la più grande città dell’Asia Centrale. Tutti gli edifici sono stati costruiti con sistemi antisismici e si è persino creato un moderno sistema di ferrovia sotterranea. Della vecchia città orientale dopo il terremoto,è rimasta una piccola parte sulla collina. E’ un mondo assai diverso da quello della città nuova che ha larghi viali, piazze, edifici alti e moderni. Nel punto più alto della collina c’è uno slargo sul quale si apre il gran portale che introduce alla Moschea Telashayakh, luogo di culto e centro religioso dei musulmani dell’ex Unione Sovietica. Di fronte alla moschea si trova la madrasa Barak-Khan musulmana per l’Asia Centrale e residenza del mufti, il capo spirituale. Ai piedi della collina, invece, si trova la madrasa Kukeldash costruita nel XVI secolo. Da non perdere una visita al bagno turco e al mercato orientale. Assai colorate le bancarelle che vendono i tessuti per i costumi nazionali e quelli che mettono in mostra ogni sorta di dolciumi. Nel pomeriggio partenza per Samarcanda, la leggendaria capitale dell’impero di Tamerlano. Sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

3°giorno: Samarcanda
Intera giornata dedicata alla visita della città, da sempre questa città evoca fantasie e sogni fantastici, ricordi di un luogo che dovette essere, agli occhi degli antichi, qualcosa di assolutamente straordinario. Dopo la sua distruzione ad opera dei Mongoli, Samarcanda venne ricostruita da Tamerlano intorno al 1370. Con una popolazione di circa 600.000 abitanti, Samarcanda è per storia e monumenti una delle città più interessanti dell’Asia centrale. La Piazza Registan racchiude i monumenti più celebri, delimitata su tre lati da imponenti madrase: quella di Ulug-Bek venne eretta tra il 1417ed il 1420, caratterizzata da un’altissimo iwan impreziosito dalle maioliche variopinte; la sfarzosa madrasa di Sher Dor, meglio nota come la Madrasa dei Leoni per via delle raffigurazioni animalistiche ancora oggi visibili, costruita nel 1619; quella di Tilla Kari, costruita nella metà del XVII secolo. Poco distante dalla piazza sorge il Mausoleo di Bibi Khanym, moglie di Tamerlano e figlia dell’imperatore della Cina: di notevole interesse il grandioso portale d’entrata la madrasa ed il minareto. Il luogo forse più ricco d’interesse si trova sul pendio della collina di Afrosiab, là dove sorgeva l’antica Samarcanda: la Necropoli Shah-i-Zinda. Si tratta del luogo dove vennero edificati i mausolei sin dal periodo arabo; vi sono oltre 20 edifici di grande pregio artistico tra i quali la tomba di Kazi Zade Rumi, (maestro di Ulug Bek), del XV secolo, il mausoleo dell’emiro Hussein, emiro conosciuto anche con il nome di Tuglu-tekin ed il mausoleo di Shadi Mulk Aka dove sono sepolte una delle mogli ed una delle figlie di Tamerlano. Pernottamento in hotel.

4°giorno: Samarcanda/Penjikent/Samarcanda
Escursione dell’intera giornata a Penjikent, in Tajikistan, per la visita agli scavi dell’antica città Sogdiana di Bunjikhath abbandonata nell VIII secolo in seguito alla conquista araba. Sono tutt’ora visibili le fondamenta di case, bazar e della cittadella, con pregiati affreschi dell’epoca d’oro della via della seta. In serata rientro a Samarcanda. Pernottamento in hotel.

5°giorno: Samarcanda/Shakrisabz/Buchara
In mattinata partenza per Buchara con sosta, lungo il percorso a Shakrisabz, la città natale di Tamerlano. Proseguimento per Buchara con arrivo previsto nel pomeriggio.
Sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

6°giorno: Buchara
Intera giornata dedicata alla visita della città. Situata in un’oasi e punto d’incrocio delle antiche vie carovaniere, la Buchara vanta origini antichissime ed un centro storico pressoché intatto, uno scrigno prezioso al cui interno sono racchiusi meravigliosi edifici dal la tipica architettura islamica medioevale alcuni risalenti al periodo semanide come il Mausoleo di Ismail Semani. La piazza Registan è il cuore ed il simbolo di Bukhara, dominata dal minareto di Kalyan alto 47 metri e finito di costruire nel 1127 durante il periodo selgiuchide, e dalla moschea omonima ricostruita nel XVI secolo dopo la sua distruzione operata da Gengis Khan. Di fronte si trova la Madra sa di Mir-i-Arab, scuola coranica tra le più prestigiose. La Cittadella, dominante sulla Piazza Registan è l’altro monumento del periodo semanide con all’interno una moschea ed un piccolo museo di cultura uzbeca. Di notevole interesse artistico è anche la Madrasa di Ulug Bek fondata dal nipote di Tamerlano nel XV secolo, più semplice della precedente ma con dei meravigliosi portali in legno lavorato. E’ possibile ammirare gli artigiani dediti al loro lavoro presso i cosiddetti “Minareti Coperti”, in realtà negozi recintati e con i tetti a cupola. Pernottamento in hotel.

7°giorno: Buchara/Urgench
Dopo la prima colazione, partenza per Urgench attraverso gli scenari desertici del Kyzylkum. Arrivo a Urgench nel tardo pomeriggio. Sistemazione in camera riservata. Pernottamento in hotel.

8°giorno: Urgench/Khiva/Urgench
In mattinata escursione alla spettacolare oasi di Khiva uno dei più antichi siti archeologici della terra. La leggenda narra che fu fondata (come la città di Sanaa nello yemen) da Shem, figlio di Noah. Nel medioevo e per circa 300 anni, Khiva rappresentò un importante centro per il mercato degli schiavi. Nel pomeriggio, rientro a Urgench e tempo libero a disposizione. Pernottamento in hotel.

9°giorno: Khiva/Kunya Urgench/Ashgabat
Dopo la prima colazione, partenza per Kunya Urgench, Turkmenistan, (160 km). Kunya Urgench, la Gurganj dell’antichità, ha oscillato nella sua storia tra l’essere una metropoli culturale sofisticata e un luogo abbandonato nel deserto dopo aver subito tre volte un violento saccheggio e distruzione ad opera degli imperi nomadi e per tre volte rinata dalle ceneri con momenti di intensa vita culturale. Visita del mausoleo di Turabek Khanum, unico nel suo genere, costruito nel 1370 in onore della principessa Turabeg, figlia del khan uzbeko dell’Orda d’Oro e moglie di Kutluk Timur e del minareto Kutlug Timur costruito nel 1320, il minareto più alto di tutta l’Asia Centrale. Si narra che sia stato costruito da artigiani che lavoravano in piedi dall’interno. Il mausoleo di Sultan Tekkesh del 1200 decorato in ceramica blu a modello di tenda nomade e la sacra collina dei 40 Mullah dove secondo la leggenda si trova sepolta l’Accademia delle Scienze di Mamun dove studiarono Ibn Sinna (Avicenna) e Al Beruni e dove l’avanzata dei Mongoli incontrò una resistenza feroce. Nel pomeriggio, trasferimento in tempo utile all’aeroporto di Tashauz per la partenza del volo per Ashgabat, la capitale del Turkmenistan. Arrivo previsto dopo circa un’ora di volo e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e pernottamento.

10°giorno: Ashkabad (sunday carpet bazar)
Prima coalzione in hotel ed intera giornata dedicata alla visita del caratteristico mercato dei tappeti della domenica. La tradizione dell’arte della tessitura dei tappeti Turkmeni risale a Marco Polo che scrisse: “Qui la gente produce i più bei tappeti del mondo”. Oggi la manifattura dei tappeti è l’orgoglio della popolazione turkmena e questa antica arte rispecchia il grande talento artistico e il senso della bellezza di questa gente.
Pernottamento in hotel.

11°giorno: Ashkabad/Istanbul/Italia
Trasferimento di primo mattino in aeroporto e partenza con volo di linea per Istanbul, arrivo e coincidenza con il medesimo vettore aereo per l’Italia.

IMPORTANTE: il presente programma di viaggio è indicativo e potrebbe subire delle variazioni in base all’operatività dei voli ed all’ accessibilità dei siti. Il programma definitivo verrà riconfermato al momento della richiesta del preventivo.

Uzbekistan & Turkmenistan - (Durata: 11 giorni) Cod. AC106


+ richiedi informazioni

newsletter

La tua mail

Il tuo nome

Tipologia di utente